STOLVIZZA DI RESIA: UN PICCOLO PAESE DI MONTAGNA TUTTO DA SCOPRIRE

STOLVIZZA DI RESIA: UN PICCOLO PAESE DI MONTAGNA TUTTO DA SCOPRIRE

Un visione delle montagne che sovrastano il paese con rivoli di candida neve abbondantemente marcati, testimonianza di un inverno ricco di precipitazioni nevose; giornate sempre più lunghe baciate da un sole che scalda e non poco, prati fioriti, una insospettata energia che si legge negli sguardi della gente dopo il lungo inverso e la forzata “chiusura”, danno a tutti chiara, la sensazione che ormai si “riparte” anche perché l’odiosa pandemia sembra finalmente abbia le ore contate. Ed è tempo quindi di pensare con ottimismo alla bella stagione, con il suo carico di impegni, finalmente all’aria aperta. 

Siamo a Stolvizza un piccolo paese dell’alto Friuli che molto si è impegnato, in questi ultimi anni ma soprattutto in questi lunghissimi mesi di chiusura per dare opportunità al fine di rendere la vita in questi territori più vivibile. Per questo Stolvizza è un paese vivace e propositivo che guarda con ottimismo ad uno sviluppo del suo territorio con proposte mirate ed innovative tali da poter contribuire a far crescere l’economia del territorio, in un contesto non sempre facile. Per questo, l’Associazione “ViviStolvizza”, da anni si sta impegnando in questa direzione e nel pieno della stagione estiva, può presentare: 

Escursioni nei conosciutissimi percorsi che si snodano nei dintorni del paese i quali, grazie anche all’impegno del Parco delle Prealpi Giulie e al patrocinio della FIASP sono stati pienamente riattivati, puliti e tabellati dopo il lungo e nevoso inverno: parliamo del “Ta lipa pot”, “Il Sentiero di Matteo”, “Pusti Gost sulle tracce del passato”, la “Vertical Kilometer”, il “P4 della grande Guerra”, “Ta-na rado” ed il sentiero “Stolvizza facile”, questo ultimo un breve tracciato che può essere percorso da tutti anche diverse categorie di diversamente abili. Tutti i sentieri sono stati particolarmente curati e allo stato attuale permettono di effettuare una escursione in grande sicurezza. Giri in bicicletta nei suggestivi sentieri di montagna; Attività di “Canyoning” con discese mozzafiato sul Rio Lommig; Discese con le coloratissime canoe nelle candide acque del fiume Resia. 

Ma Stolvizza ha anche una profonda anima culturale che si può respirare visitando: I preziosi contenitori museali dedicati al mestiere dell’Arrotino e alla vita del paese nel Museo della Gente della Val Resia; Scoprire la meravigliosa Chiesa dedicata S. Carlo Borromeo, recentemente riportata all’antico splendore; Imbattersi all’improvviso in splendidi murales; Camminare nei caratteristici vicoli del secolare Borgo Kikey; Godere della vista mozzafiato di tutta la Valle dall’osservatorio privilegiato del Belvedere “Roberto Buttolo”; Usufruire dello splendido terreno erboso, tirato a lucido dai volontari dell’Associazione, dove sono stati allestiti, per la gioia dei bambini, campi di calcetto e di pallavolo proprio all’ombra del monte Canin.

Insomma una articolata proposta turistico culturale che quest’anno, dopo i sofferti mesi condizionati dal COVID, assume una valenza ancor più significativa ed in linea con un “Turismo lento e sostenibile”, obiettivo che l’Associazione ViviStolvizza” da sempre ha perseguito andando incontro a quanti, in vacanza, intendono immergersi nella natura e conoscere la cultura dei borghi e dei luoghi visitati.             

Intanto stanno prendono forma le prossime prime iniziative messe in programma dall’associazione: venerdi’ 30 luglio: “Cultura e Natura insieme”, una escursione con guida naturalistica del Parco delle Prealpi Giulie e successivo Concerto di musica classica all’aperto al Belvedere Roberto Buttolo a cura de “Gli archi del Friuli e del Veneto”; sono in programma musiche di Vivaldi, Mozart, Paganini, Rossini, Verdi, con uno spazio alle musiche di Morricone. Martedi’ 10 agosto “Escursione sul Ta lipa pot nella notte di S. Lorenzo”, una suggestiva camminata notturna che in passato ha avuto sempre un grande successo.

I commenti sono chiusi
error

Seguici anche su Facebook